Quel treno per Yuma

Lunedì  22 febbraio il mio cane Toby, altrimenti noto in questi post come Mr Pannolino ci ha lasciati.

Nel gergo materno non è morto, ha solo preso quel treno per Yuma.

10097535E mentre lui è in viaggio la famiglia elabora la perdita.

Toby aveva quindici anni, e oltre che vecchio era diabetico e tumorato, ma è stato di pessimo carattere fin quasi alla fine, quando è sprofondato in uno stato catatonico e la sera prima del giorno in cui avremmo dovuto portarlo noi alla ‘stazione per Yuma’  ha deciso di riaffermare la sua volontà e andarci da solo.

Lasciando me davanti a questa porta aperta.

Quando Toby si è unito alla famiglia io avevo 24 anni, ero proprio all’inizio della mia rivoluzione interiore, cui lui ha dato un enorme contributo, e che comunque è ancora in corso.

Peccato mi abbia lasciata a pochi chilometri, almeno lo spero, dal traguardo.

Solo io posso sapere cosa quel cane rognoso ha significato per me, ma volevo salutarlo ufficialmente in questo blog, che in questo periodo frequento poco ma che rimane per me un porto sicuro.

Ciao Toby, quando arrivi a Yuma cerca di non attaccare subito briga.

Prima o poi ci ritroveremo, nel frattempo sarai sempre con me.

Butter (e Marla)

4 Commenti

  1. X-Phoen Scrive,

    9 Agosto 2010 @ 05:06

    Se avessi un cappello, me lo toglierei. Anche se — me ne rendo conto — lui mi avrebbe dipinto sempre e solo col cappello, a bombetta per lo più.
    Ciao Peter-Pan Toby, vola piano e basso: dritto fino al mattino, seconda stella a destra, mi raccomando. E anche tu, ma chere, che sei a pochi chilometri dal traguardo: niente avvitamenti proprio ora, eh, che Mr. Livingston non ce la perdonerebbe.
    Un abbraccio stretto stretto, benché al volo.
    Tua X-Phoen, Licia.

  2. X-Phoen Scrive,

    9 Agosto 2010 @ 05:13

    Se avessi un cappello, me toglierei. Anche se — me ne rendo conto — lui mi avrebbe dipinto sempre e solo con il cappello; una bombetta per lo più.
    Ciao, Peter-Pan-Toby, vola piano e basso: dritto fino al mattino, seconda stella a destra, mi raccomando. E anche tu, mia carissima, che sei a qualche chilometro dal traguardo: niente avvitamenti, eh?, sennò sai che lavata di capo da Mr Livingston?
    Un abbraccio stretto stretto, benché al volo.
    Tua X-Phoen-Licia.

  3. Cippola Scrive,

    3 Febbraio 2011 @ 12:24

    arrivvo con un anno di ritardo, ma sapere che mr pannolino non c’è più mi rende ugualmente triste…ho letto così spesso di lui che era come conoscerlo.
    ciao Mr pannolino!

  4. manuela Scrive,

    12 Agosto 2012 @ 17:38

    Il mio cane ,invece, è morto il mese dopo il tuo.Aveva 13 anni e tre mesi:a distanza di due anni e sei mesi dalla sua morte non riesco nemmeno a dire il suo nome.Per chi ama gli animali ,e i cani in particolare, la loro morte rimane dentro per sempre.Almeno lo è per me….sono consapevole di averla presa un pò troppo male, ma per me rimarrà sempre una ferita aperta.
    Il mio era un pezzo di pane”, spero che sia nel Paradiso degli animali con il tuo a spassarsela:-)

RSS feed for comments on this post