Archive forAprile 2006

How to be Lovely – E gli Opossum che dicono?


?Perché non metti un Annuncio Matrimoniale?? mi domanda il mio capo.
Ogni tanto mi stufo di esser Zitella e, incautamente, lo esprimo a Voce Alta.
La guardo con un centimetro di Pelle d?Oca sulle braccia e, lasciando da parte i Guai che un?Idea Scantonata come questa mi creerebbe con Marla, (probabilmente tenterebbe di Raderci a Zero), le chiedo se lei a uno che ha Freddo consiglierebbe di Darsi Fuoco.
Il mio capo sbuffa:?E? che a te non piace Nessuno.? ribatte.
Il che non è, Quasi, vero.
Comincio a pensare che sia una questione di karma.
Che generalmente io attiri i Freaks mi sta bene, in 13 anni di attività a Contatto con la Gente ho imparato moltissime cose, tra le quali Diffidare della Normalità e dell?Omologazione, ma che quando si tratta di uomini io sia una calamita per Cavernicoli e Vanziniani, che poi sono le due facce della stessa Medaglia, NO.
Insomma, è Deprimente.
L?altro giorno in negozio mentre ero con un cliente ne vedo un altro che aspetta.
Allora gli chiedo di cosa ha bisogno e quando lui mi indica gli oggetti a cui era interessato lo giro al mio collega, lui glieli avrebbe spiegati in maniera più esauriente della mia, quello però sfodera un sorriso a cinquanta denti, tipo lo squalo Bruto con Dori in ?Nemo?, i Pesci sono Amici e non Cibo, e mi dice: ?Preferisco una spiegazione sommaria data da lei che una precisa dal suo collega.?
Che bello!
Dovevo immaginarlo, perché con quell?abbronzatura fasulla e i capelli schiariti dai colpi di sole, tutto vestito all?ultima moda, Sigh! Sigh e Strasigh!, sembrava appena saltato fuori da un film pregiato come può essere ?Vacanze a Miami?, e il peggio è che ai miei sarebbe piaciuto!
Abbozzo una specie di sorriso e lancio occhiate allarmate al mio capo, tentando di mandare messaggi Subliminali tipo:LIBERAMI DA QUESTO TIZIO!
Lei ci mette tutto il suo impegno ma quello non desiste, è deciso ad aspettarmi.
A questo punto il cliente che stavo già servendo, probabilmente preso da compassione, si trasforma in una specie di Bradipo Gigante, sarà passata l?Era Glaciale per quando si sarà deciso, così l?altro alle prese con il Fattore Tempo, dichiara la sconfitta e passa al mio collega, definito l?acquisto, però, passa a salutarmi:?Sarà per la prossima volta!?
Vade retro Satana!
Lo racconto a Luvi, al ristorante giapponese, e mentre ci scambiamo notizie su i rispettivi Karma Letali, (quando ci saremo riunite con Ziamaria: Apriti Cielo, in senso letterale!) lei mi dice:?Lì c?è uno che ti punta.?
Ora, premesso che per Luvi, nella sua Generosità Amicale, c?è sempre Qualcuno che mi punta e invece magari è solo Strabico, in questo caso poteva essere vero: il tizio in questione pareva il Gemello di quello del negozio.
Ora, cosa un tizio appena uscito da Vogue veda in una tale vestita di tre Colori Diversi, di cui due fanno a Pugni tra loro, con su Vecchie Scarpe da Ginnastica, Spettinata e con l?Aria Scazzata che è un po? il suo Marchio di Fabbrica, per me rimane un Mistero!
Forse voleva Cambiare Aria, o magari ha una passione per le Freak, forse per lui uscire con una donna Incapace di Abbinare i Colori rappresentava un?Esperienza Esotica.
Qualcosa da raccontare ai futuri Nipotini Vogue:?Una volta sono uscito con una con su un golf turchese e una maglia gialla!? e i nipotini Via a nascondersi sotto le coperte, pregandolo di smetterla con le storie di paura.
Sui Cavernicoli, per ora, stenderò un Pieto Veloso.
Tanto lo so che sono io!
E? colpa mia, ci deve essere una Distorsione nelle mie Onde di Frequenza, che vanno sempre a colpire uomini che non possono interessarmi.
Ed è certamente anche colpa di Marla, che non è capace, (ma è molto Carapace), di stare Zitta o Tranquilla per un secondo.

? e va bene, forse un annuncio matrimoniale non è poi questa pessima idea: devo pensare a cosa mi Piace negli uomini, e imbavagliare Marla, e imparare a essere Lovely, come Audrey Hepburn, attrice icona dell?amabilità.
L?Amabilità può creare delle Ottime Vibrazioni.
Certo non sarò mai proprio Lovely perché bisogna esserci nati e io sono nata troppo Sguaiata per poter essere Lovely, ma ci si può provare, no?
Chiunque sa come si diventa Lovely , come si scrive un Annuncio Matrimoniale, o come aggiustare le Onde di Frequenza, per carità Batta un Colpo!
A volte mi stufo di esser Zitella!

Comments (25)

Cinque minuti ogni tre ore sono Fuori dal Mondo!


?L?eccessiva scienza può spezzare anche la fibra più resistente!?
Pippi Calzelunghe nel suo primo giorno a scuola.

?(?) io ho questa tremenda immaginazione!?
Tom Ewell -Richard Sherman in ?Quando la moglie è in vacanza?

In una puntata di Friends , (quando non c?è niente il palinsesto serale concordato tra me e mia sorella è una puntata di Star Trek per tre di Friends,), Phoebe, svegliata nel cuore della notte dal segnale del rivelatore di fumo, prima di uscire dalla sua stanza per controllare l?origine del fischio, incrocia le dita, chiude gli occhi e dice a Qualcuno:?Fa che non sia un? astronave?.

La battuta mi ha colpito perché avrei potuto scriverla io.
Anzi peggio, avrei potuto dirla.
Cioè se non l?ho detta è stato solo perché non mi è capitato di sentire un sibilo di origine ignota.

Lo sa anche mia sorella che non sono nuova a queste cose perché una notte il bicentenario che abita al piano di sopra ha deciso di applicarsi al modellismo alle quattro del mattino, e con una serie di colpi ripetuti ci ha svegliato, lo sa il cielo che accidenti stava costruendo, all?epoca non sapevamo fosse un ?lavoratore? notturno così quando mia sorella mi ha chiesto di che si trattasse secondo me, ho risposto che forse era un fantasma che tentava di comunicare tramite l?alfabeto Morse, e questo era un guaio perché nessuna di noi due lo conosce il Morse, che è pure caduto in disuso, mi pare.

Insomma, cerco di trascendere la vita quotidiana, di incollarci un po? di poesia o follia, o comunque la si voglia chiamare.
Aggirare, o raggirare la routine.
Riconosco che spesso mi impegno troppo

Qualche anno fa pensavo di far ?tradurre? in ciondolo uno dei disegni dei tanto famosi cerchi di grano dal mio ex-non-fidanzato che di professione fa l?orafo, perché mi ero detta:?Hai visto mai che mi capita un alieno in incognito che riconosce il simbolo, e cerca di stabilire un contatto??
Non l?abbiamo fatto, finora, perché non ho mai scelto il disegno, ma il progetto è ancora lì, che riposa nella mia mente.

Ieri mattina un paio di rassegnati poliziotti di dieci anni, all?uscita della metropolitana, mi hanno chiesto i documenti: controllo di routine, ero l?unica fessa a essere scesa dalla metro per andare a lavorare quando tutti o quasi erano in ferie, mentre loro eseguivano il controllo mi sono trovata a pensare a Men In Black: e se fosse venuto fuori che ero io l?aliena?
M?immaginavo già la scena, tipo arti che mi spuntano dalla schiena e fuga rocambolesca.

La verità è che ho dei tali sovraccarichi di pensieri, e di immagini nella testa che da qualche parte devono pur uscire.
La verità è che questo nostro mondo che dovrebbe essere meraviglioso, ce ne si accorge ogni primavera, è nelle mani di gente di livello così infimo che ti rende impossibile comprare persino un giornale o accendere la tivù e questo fa si che io mi senta autorizzata a concedermi fughe di cinque minuti.

In quei cinque minuti può accadere di tutto, posso farmi le domande più strane:
chissà se ho mai incontrato un alieno?;
ci saranno degli angeli mimetizzati tra le persone?;(dei demoni non me lo chiedo perché mi fa paura che siano più facilmente localizzabili);
chissà se qualcuno in questo momento sta leggendo i miei pensieri?
questo bambino che ringhia sarà stato sostituito dalle fate mentre la madre non guardava?
nelle viscere della metropolitana, ci vivranno strane creature?
Mi fa passare la giornata.
Cinque minuti alla volta, ogni tre ore è la prescrizione!

Ma rimane una cosa tra me e me, e vabbeh, anche Marla.
L?idea che in quei cinque minuti possa accadere qualcosa di Straordinario, di Fuori dal Mondo,
è un? idea che accarezzo da sempre.
E anche se, magari non sembra, io sono afflitta da scetticismo acuto, è così divertente poterci pensare.

Certo la cosa ha i suoi effetti collaterali, come attirare tutte le persone più strampalate, o le tue amiche che smaniano per scoprire cosa combinerai in casa da sola, (pensavo a un soffitto tipo Hogwarts?), o vedere tua madre uscire dalla cabina elettorale con tutte le labbra e la lingua blu perché ha voluto ?testare? la matita copiativa, e tuo padre tornare a casa senza una scarpa perché ha tentato di convincere il cane a fare come tutti gli altri suoi simili e nuotare in uno dei canali del parco e l?unica cosa a cui è riuscito a pensare è stato di dargli l?esempio.
Queste sono cose con cui posso convivere, lo faccio da sempre.

Ma ieri notte prima di andare a dormire incappo mio malgrado in un rassegna stampa, un quotidiano titola ?Terra, entro questo secolo il disastro?..

?cos?è questo fischio?

FA CHE SIA UN?ASTRONAVE!

Ehi, sono qui? e voi lassù sono QUI, guardate in basso?EHI!
Yu huuuuuu!!!!

Comments (15)

L’importante è crederci! il vangelo secondo chi?


?Qualche mattina voglio alzarmi presto e veder girare la terra.?
Sally Brown

?Il mio cliente è un imbecille, è spiacevole ma non illegale.?
Tom Cruise in ?Codice d?Onore?

Questa primavera così di malumore mi sta ammazzando: ogni mattina invece di svegliarmi in pratica risorgo!
Adesso capisco perché Dracula aveva sempre le palle girate, risorgere è una gran fatica; rimettere insieme i pezzi e ricollegare il cervello, riaprire gli occhi e ricordarsi dove si è e, soprattutto, chi si è, è una prova che potrei non superare.
Una volta rimessi i piedi a terra mi trascino fino in cucina dove i cartoni animati, tentano di tenermi sveglia mentre faccio colazione, quindi, con lo stesso entusiasmo di un gatto selvatico, procedo alla toelettatura.
Infine eccomi sull?autobus, sono talmente maldisposta che persino Lucifero che trama la caduta di Adamo ed Eva,( mi sto fumando ?Il Paradiso Perduto? di Milton), mi sembra un frugoletto con il moccio al naso, e solo verso la fine del viaggio ricordo di avere con me l?antidoto a tutte le paturnie: le canzoni del vecchio zio Walt.
Il tempo di tre fermate di metropolitana e la mia furia omicida si è stemperata al punto di poter quasi tollerare la vista del resto dell?umanità viaggiante nello stesso vagone.
Al mio arrivo in negozio sono quasi del tutto anestetizzata.
Per fortuna.
Nell?arco di due ore vengo coinvolta nella quarta discussione teologica nel giro di tre mesi, stavolta roba da Vecchio Testamento:
una signora mi indica l?arca di Noè in legno, posta in bella mostra su uno scaffale, dentro Noè, la moglie e gli animali si occupano degli affari loro, i figli del Vecchio devono essere in giro a sbronzarsi, ma tanto il Diluvio non è ancora cominciato, c?è ancora un po? di tempo.
?E? questa l?arca di Noè?? mi chiede la signora.
Io rispondo di sì ma lei continua a guardarmi con aria interrogativa, allora sto per dirle il prezzo quando questa erutta, indignata, le seguenti parole:?MA NON HA LE RUOTE!?
Al che sono io a guardarla con aria interrogativa, come Amleto anch?io ho il mio dilemma:?La sciura mi prende per i fondelli oppure no??
Evidentemente una di noi due non sta cogliendo il punto della situazione.
La signora, ormai persuasa di trattare con un?idiota si comincia a scandire la frase:?LA SUA ARCA NON HA LE RUOTE.?
Al che rispondo, pure io scandendo: ?PERCHE? E? UNA BARCA!?
Vorrei aggiungere che le barche per tradizione non hanno le ruote, ma mi sembra inutile, dallo sguardo della signora capisco che non è soddisfatta della spiegazione, e allora decido di lasciarla al suo destino, se viene il Diluvio, forse non accetterà un posto sull?Arca perché non ha le ruote!
Questa è quella che io chiamo Selezione Naturale.
Passano un altro paio d?ore e all?improvviso siamo passati al Nuovo Testamento.
La lieta novella mi viene annunciata dal mio collega Fantasma dei Natali Futuri, che ridendo sotto i baffi mi comunica che una coppia sta aspettando me per una consulenza, il mio capo ha spiegato ai due che solo io potevo risolvere il loro problema.
Mi avvicino alla coppia e l?uomo formula la sua richiesta:?Signorina, mi deve consigliare un cane per il Presepe.?
Non riesco a trattenermi dall?aggrottare la fronte! Anzi, alzo un solo sopracciglio, proprio come il signor Spock, e in quel momento penso che essere Vulcaniana deve avere i suoi vantaggi,(alla vena del braccio destro ho attaccata una flebo di Star Trek).
Siamo ad aprile e questi pensano al Presepe, cioè al Natale, sto per essere colta da un attacco di claustrofobia quando la moglie del tizio interviene:?Si ci dica qual è meglio tra questi.? E indica una parata di modellini di cane, prelevati dal mio espositore e schierati su uno scaffale.
Ecco, mi sento come Indiana Jones quando alla presenza del Templare deve scegliere il Calice da cui ha bevuto Gesù, se sceglie l?autentico Graal sarà quasi libero.
Dalla mia scelta dipende la velocità di risoluzione del problema.
Se scelgo il cane giusto questi se ne andranno soddisfatti, altrimenti ho come l?impressione che passeremo almeno mezzora di dibattito, sigh!, su quale cane starà meglio nel gregge del loro Presepe.
Ci penso un minuto buono poi decido e scelgo l?unico bastardo tra tutti i cani di razza:?Forse mi sbaglio, ma non credo che all?epoca esistessero i Jack Russel, i West Highland, o il Bovaro del Bernese.? Sto bluffando ma spero che se la bevano.
Se la bevono.
E proprio quando penso di essermi sciolta dall?inghippo eccomi a coinvolta in una sessione su cammelli e dromedari.
Quale sta meglio nel Presepe?
Cosa ne penseranno i Re Magi?
Ma perché non andate a buttarvi sotto un tram? Così lo chiedete al diretto interessato!
Quindi una tipa mi chiede se abbiamo un libro di astrologia per bambini.
?Astronomia o astrologia?? m?informo, non si sa mai.
Lei alza le spalle:?Boh, non ho mai capito la differenza!?
Bene, se continua così entro le sette verremo a scoprire che è il sole che gira intorno alla Terra!
Ma che fa?; tanto è piatta!

Comments (22)